CAMMINIAMO INSIEME – Percorsi interculturali per minori di origine straniera

Corso di formazione “VOLONTARI PER L’INTERCULTURA”

Il corso per volontari sarà rivolto in particolare a studenti universitari, nonché a cittadini, operatori delle associazioni, insegnanti o educatori in genere, che già hanno contatto o che siano disponibili ad affiancare come volontari i minori di origine straniera in azioni educative o a chiunque sia interessato ad affrontare le tematiche legate alla convivenza interculturale.

Il corso sarà suddiviso in 5 incontri da 2 ore ciascuno e tratterà le seguenti tematiche: analisi del tema generale delle migrazioni e del suo impatto sulla società italiana con un focus sulla realtà del quartiere Arcella; la particolare situazione dei ragazzi di seconda generazione anche sotto l’aspetto psicologico, l’integrazione scolastica evidenziando la situazione delle scuole, il ruolo degli insegnanti, gli strumenti a disposizione della scuola per la facilitazione linguistica; strumenti e metodologie del facilitatore linguistico e didattica ludica; l’attività di mentoring. Due degli incontri proposti saranno dedicati a fornire ai partecipanti strumenti atti facilitazione linguistica di testi scolastici, con un focus in particolare sulla tecnica della didattica ludica.

Lo scopo sarà quello di fornire ai volontari nuove conoscenze e competenze da mettere in campo con persone straniere, in particolare minori e ricercare nuovi operatori volontari in grado di relazionarsi con le problematiche e le risorse dei minori di origine straniera, delle loro famiglie e della scuola.

Percorso di facilitazione linguistica per minori stranieri

Le azioni di affiancamento pomeridiano e di facilitazione linguistica saranno rivolte in maniera specifica agli studenti stranieri e di origine straniera che frequentano i tre Istituti comprensivi del Quartiere Arcella.

Le attività si svilupperanno in incontri giornalieri di due ore ciascuno, realizzati durante l’intero anno scolastico e coinvolgeranno i minori più bisognosi, che verranno segnalati dalle insegnanti referenti degli Istituti scolastici e dai rappresentanti dei centri di aggregazione presenti nel quartiere.

Durante gli incontri si offrirà ai minori beneficiari un supporto all’apprendimento della lingua italiana e delle materie di studio, cercando di contrastare fenomeni di disorientamento, isolamento e difficoltà di inclusione. Le azioni verranno condotte anche tramite reperimento e messa a punto di strumenti didattici adeguati alle esigenze di ciascun bambino e nel contempo finalizzati a superare le barriere culturali rappresentate da brani letterari, poesie, terminologia specifica, linguaggi a volte scarsamente accessibili anche ai minori italiani.

Il progetto coinvolgerà volontari che abbiano una minima competenza in materia che l’associazione si impegnerà a formare tramite l’apposito corso. I volontari avranno il compito di supportare i minori stranieri nella comunicazione e nell’apprendimento della lingua italiana, nell’acquisizione del linguaggio specifico delle varie materie scolastiche, nell’organizzazione dello studio individuale; si porrà particolare attenzione a facilitare la conoscenza della lingua italiana anche nei momenti di socializzazione. La metodologia prevede un affiancamento personale in una relazione di mentoring: ogni partecipante sarà infatti affiancato da un volontario con l’obiettivo ulteriore di agire in via preventiva sul potenziale di crescita, facilitando nel minore, attraverso la relazione con una figura adulta volontaria e motivata (in rapporto one-to-one) la percezione di auto-efficacia.

Il progetto vuole valorizzare le singolarità di ogni minore per individuare percorsi educativi adeguati in modo da poter prevenire fenomeni che coinvolgono minori stranieri, di origine straniera ed italiani in situazioni di difficoltà, come: difficoltà a raggiungere il livello di scolarizzazione adeguato alla classe di inserimento; problemi nella socializzazione con i coetanei; abbandono scolastico; conflitti tra culture e che potrebbero creare un serio ostacolo all’edificazione della propria identità o in fenomeni di devianza e marginalità.