Scuola Secondaria di I Grado

PERCORSO DI FACILITAZIONE CULTURALE E LINGUISTICA CON MINORI DI ORIGINE STRANIERA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 

Trovandosi al crocevia di culture differenti, ovvero quella originaria rappresentata dalla famiglia, e quella del Paese d’accoglienza, rappresentata dalla scuola e dai coetanei,
il minore straniero si trova in una posizione delicata, di continua ricerca di un equilibrio che spesso può essere causa anche di crisi identitarie e di difficoltà di socializzazione.


L’intervento effettuato dall’
Associazione Amici dei Popoli
si articola in
Progetti socio – educativi extra scolastici 
per minori stranieri in difficoltà o arrivati da poco nel Paese con l’obiettivo di facilitare lapprendimento dell’italiano per la comunicazione e per lo studio, in modo da arginare lo smarrimento provocato dal trovarsi per lo più privi di sostegno in un contesto nuovo.

 

Il progetto prevede la predisposizione di una rete in cui vengono impiegati e valorizzati Mediatori Culturali, Facilitatori Linguistici
e Volontari Volontarie adeguatamente formati con esperienze interculturali,
i quali operano un’effettiva mediazione tra l’allievo/a, la sua famiglia e la scuola.

L’approccio utilizzato con i ragazzi e le ragazze si ispira alla filosofia del Mentoring metodologia di formazione che fa riferimento ad una relazione uno a uno tra un soggetto con più esperienza (mediatore) e uno con meno esperienza, ovvero un allievo o allieva, al fine di far sviluppare a quest’ultimo/a competenze in ambito educativo – scolastico, per sviluppare autostima ed autonomia nel reinserimento sociale per evitare dispersione scolastica e disagio giovanile.
Tra le metodologie utilizzate, quando possibile, diamo rilievo al Cooperative Learning e alla Didattica Ludica in quanto consentono di stimolare l’allievo/a.

L’attività svolta si propone di non essere un semplice doposcuola, ma l’azione vuole essere trasversale per influire in vari ambiti, ciò vuol dire che i compiti non sono il nostro fine ultimo, ma diventano uno strumento per lavorare anche sulle dimensioni relazionali.

Le strategie utilizzate mirano al miglioramento scolastico degli allievi e alla loro crescita personale per una maggiore integrazione nel territorio e nell’ambiente scolastico. Le strategie da noi utilizzate mirano quindi non solamente al miglioramento scolastico dell’alunno ma anche alla sua crescita personale per puntare ad una maggiore integrazione nel territorio e nell’ambiente scolastico.

DOVE: presso la Parrocchia Gesù Buon Pastore
via Tiziano Minio 19 Quartiere Arcella

QUANDO: gli incontri, con rapporto un volontario – un  minore si tengono una volta a settimana per ogni bambino in giorni diversi della settimana

COME CONTATTARCI: chiama il num. 049 – 600313
scrivi a adp.padova@gmail.com – facilitazionelinguistica.adp@gmail.com
oppure passa a trovarci nella Sede di Amici dei Popoli in via Tiziano Minio 13/7
dal lunedì al venerdì dalle ore 15:00 alle 18:00.


Ti interessa partecipare al progetto come volontario/a?
Stiamo cercando persone disponibili e desiderose di unirsi al percorso di
Facilitazione Linguistica.
Passa a trovarci!