Generiamo Una Nuova Italia

Il progetto dal titolo Generiamo Una Nuova Italia: I giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati è finanziato dalla Divisione III – Promozione, sviluppo e sostegno degli enti del Terzo settore e del volontariato del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali  ai sensi dell’Avviso n. 1/2017.

Coinvolge 18 regioni italiane ed è rivolto agli insegnanti ed educatori della scuola secondaria di II grado e ai giovani studenti tra i 14 e i 18 anni.

Obiettivo del progetto è promuovere una società aperta, giusta, inclusiva e pacifica attraverso una migliore accoglienza ed integrazione dei migranti e, in particolare, delle seconde generazioni.

Nello specifico, il progetto mira a:

  • accrescere le competenze di base, sociali e creative delle seconde generazioni nel relazionarsi con i coetanei, la società, il mondo del lavoro e le istituzioni locali;
  • migliorare il rapporto delle seconde generazioni con le istituzioni locali, in particolare nella relazione tra mondo scolastico e del lavoro, e quindi migliorare la fruibilità dei servizi di alternanza scuola-lavoro di inserimento lavorativo;
  • favorire la diffusione di una narrativa e di una immagine sociale delle seconde generazioni positiva e partecipante attivamente alla costruzione di una nuova Italia aperta e inclusiva, generativa di nuove opportunità creative e di lavoro;
  • sviluppare la cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole.

Attività previste:

1. PER INSEGNANTI ED EDUCATORI:

Corsi di formazione per docenti di 9 ore (presso le sale del Comune di Padova e Istituto Padre Rogazionisti) sui temi della cooperazione internazionale, sviluppo di una cultura del volontariato, promozione di una società giusta, inclusiva, sostenibile e multiculturale, migrazioni, accoglienza e integrazione dei migranti, con particolare riguardo alle seconde generazioni nel mondo della scuola. Gli incontri formativi saranno articolati in: – lezioni frontali sui temi del progetto tenuti da formatori ed esperti di educazione interculturale; – esercitazioni durante le quali gli insegnanti, con il supporto degli esperti, imposteranno Unità di Apprendimento (UdA) da sperimentare in classe.
Possibilità di copertura costo del viaggio oltre i 25 km.

Accompagnamento nella realizzazione di Unità di Apprendimento (UdA). Agli insegnanti che aderiranno al progetto verrà messo a disposizione un kit didattico di base a supporto della realizzazione e sperimentazione dei percorsi educativi in classe sui temi del progetto.

2. PER GLI STUDENTI:

Laboratori creativi nelle scuole realizzati grazie alla collaborazione con esperti in arti creative (teatro sociale, cinematografia, video e radio, musica, narrativa-writers, fotografia, cucina) e ricorrendo alle expertise delle ONG sui temi di progetto (cooperazione internazionale, sviluppo di una cultura del volontariato, promozione di una società giusta, inclusiva, sostenibile e multiculturale, accoglienza e integrazione dei migranti).

Percorsi di alternanza scuola-lavoro strutturati in maniera personalizzata, in base agli obiettivi formativi della scuola e alle esigenze degli studenti e relativi insegnanti. Si potranno svolgere in collaborazione con associazioni/cooperative che collaborano con i migranti per effettuare esperienze finalizzate allo sviluppo di una cultura aperta all’accoglienza ed alla promozione di valori come volontariato, solidarietà, inclusione, equità sociale, dialogo interculturale.

Produzione di materiali e realizzazione attività creative. Al termine dei laboratori verrà prodotto un output (spettacolo teatrale, video, docufilm, corto, mostra fotografica, progetto grafico, musica, fumetto…) che testimonierà sia il percorso svolto sia le buone pratiche di accoglienza che sono state sperimentate dagli studenti stessi.
Durante i laboratori e i progetti di alternanza scuola-lavoro gli studenti potranno assistere a testimonianze di cittadinanza attiva di volontari in servizio civile nazionale ed internazionale, di cooperanti rientrati e rappresentanti di Associazioni di migranti in Italia, contribuendo in tal modo ad una diffusione della cultura del volontariato tra i giovani.

Tra le varie attività che verranno proposte figurano:

  1. mappatura e analisi delle associazioni italiane e di migranti operanti nel settore accoglienza, integrazione e solidarietà internazionale a Padova; elaborazione di un Codice etico e pratico per l’accoglienza e l’integrazione;
  2. promozione di iniziative ed eventi pubblici a livello locale in collaborazione con le organizzazioni della società civile presenti nel territorio;
  3. produzione di materiale cartaceo e digitale di sensibilizzazione per conferire diffusione e visibilità all’iniziativa (video, volantini, social media, sito web…);
  4. partecipazione all’evento nazionale a Roma che verrà realizzato in occasione della chiusura del progetto.

 

Dal sito di Focsiv è possibile scaricare il formulario e il piano finanziario del progetto.